How it Works

Running e cervello, con la corsa più qualità cognitive



cervello

buonumore

ansia

Qualità cognitive

Correre rende più intelligenti. Può sembrare difficile crederlo, considerato che questo sport, almeno a prima vista, non richiede grandi ragionamenti: in fondo basta mettere un piede dopo l'altro, a un ritmo dettato dalla nostra resistenza fisica. Ma nuovi studi in materia rivelano che la corsa richiede più sforzi intellettivi di quanto molti immaginino. E correre cambia il modo di pensare, rafforzando le nostre qualità cognitive

Buonumore

Mentre si corre, infatti, il corpo produce endorfine, che stimolano il buonumore, allontanano l’ansia e ci danno una forte sensazione di benessere generale. Non solo: correre aiuta a riposare meglio e a combattere l’insonnia. La responsabile questa volta è la serotonina, una sostanza che viene prodotta in quantità durante la corsa e che tra le altre cose influenza il ritmo sonno-veglia.

Ridurre l'ansia

Molti studi concordano sull’incredibile efficacia dell’esercizio fisico aerobico, in special modo la corsa, per combattere disturbi da ansia e panico, in forza di svariati meccanismi che si attivano

Docenti con cui collaboro